Quando è meglio NON fare Marketing in Italia?

Quando NON fare Marketing in Italia [Frank Merenda]La tua azienda è progettata in questo modo?

Se la risposta è “Sì”, non avrai mai il problema della crisi e dei clienti che non pagano. Ecco perché.

Una cosa che dovresti sapere è che esiste un modo corretto e un modo sbagliato di progettare un’azienda. In Italia, soprattutto, spesso e volentieri vengono sbagliate proprio le cose di base, e questo porta a tutta una serie di effetti collaterali sulle fondamenta instabili dell’azienda che ne causeranno il crollo presto o tardi.

Ecco perché conoscere quali sono le macro-differenze che distinguono un’azienda con i controcoglioni da una progettata alla cazzo, è fondamentale.

E uno dei motivi per cui questo aspetto è fondamentale è quello di capire se devi fare marketing o meno.

Perché, ci sono situazioni in cui non devo fare marketing in Italia?

La risposta breve è “Sì”. La risposta lunga è “Se la tua azienda è stata progettata col culo, è meglio se il marketing che insegno io non lo fai”.

E ora voglio rivelarti il perché, che è molto semplice.

Una delle cose principali da tenere in considerazione quando parliamo di marketing vero e proprio (e non di quello accademico inutile che insegnano all’università) è il ruolo che questo svolge per l’azienda.

Detta terra terra, il ruolo del marketing è quello di mettere il turbo alla crescita o alla disfatta della tua impresa, nel senso che:

  • Se l’azienda è progettata secondo i criteri che ti rivelo qui sotto, il marketing funziona da catalizzatore e accelera la crescita del business;
  • Se l’azienda sembra progettata da uno che non aveva idea di come si progetta un’azienda (magari anche in buona fede, per carità, però buona o malafede l’azienda è progettata da schifo), il marketing funziona da amplificatore delle stronzate fatte, e quindi accelera lo scavare della fossa.

Immagina un’azienda come un seme e il marketing come l’acqua che usi per annaffiarlo e farlo crescere.

Se tu appoggi un seme sul cemento e ci tiri l’acqua, è normale che non funziona un cazzo. Anzi, sprechi soldi per l’acqua, fatica per annaffiarlo, SENZA vedere nessun tipo di risultato.

Se invece quel seme l’hai preparato, piantato seguendo delle indicazioni precise, coperto con del buon terriccio, piantato in un terreno profondo, umido, ben drenato ecc… annaffiandolo nella maniera corretta probabilmente germoglierà e comincerà la sua trasformazione da piccolo seme in sequoia secolare.

E lo stesso, come ti ho anticipato prima, vale per le aziende.

Se la tua azienda è progettata male, è inutile farci marketing sopra, perché è talmente fatta alla meno peggio che con il marketing non fai altro che accelerare il suo processo di fallimento.

Quindi puoi fare due cose adesso:

  1. Chiudere tutto, far finta di nulla e continuare a fare ciò che stai facendo, tanto sei pienamente soddisfatto delle tue entrate e di come ti stanno andando le cose che non ti chiedi mai se è giusto lavorare così tanto per pochi spiccioli;
  2. Guardi il video qui sotto, dove rivelo le fondamenta essenziali che devono esistere alla base di una azienda se non vuoi che questa crolli quando meno te l’aspetti.

E se sei nella merda perché il tuo modello di business somiglia a una delle situazioni che descrivo nel video, magari è il caso che ti dai una svegliata prima che il fiato sul collo della banca si trasformi in morsi che ti staccano via la vita un pezzo alla volta.

Buona visione!

Io come vanno le cose qui in Italia te l’ho detto.

Se hai intenzione di continuare così, fa pure. Perché ora sai che la crisi è una cosa vera, ma che può essere sconfitta se uno sa un minimo come muoversi.

Per creare un’impresa a prova di fallimento e posare correttamente un mattone dopo l’altro fino a costruire la tua fortezza inespugnabile che genera soldi come le stampanti della BCE, allora clicca QUI e scopri come riservare il tuo posto al summit sul marketing professionale Marketing Merenda.

Scrivi qui i tuoi commenti

2 comment

  1. Luca Scarpellini
    • Antonio Russo